Seleziona la lingua

Consulenza familiare: chi può aiutare e come

A cura di Beacon Care Services • 26 ott 2018
  • La consulenza familiare può aiutare iMigliora i rapporti familiari. Può aiutare i membri della famiglia work durante una crisi o un evento stressante.

Jenna ricorda la riluttanza iniziale della sua famiglia a cercare assistenza familiare. “Mio marito era preoccupato per il costo. I miei figli temevano che i loro amici lo scoprissero. E mi sono vergognato. Ho pensato: "Stiamo davvero così male che non possiamo risolvere le cose da soli?" "

Anche la tua famiglia potrebbe non voler ricevere un aiuto professionale per i problemi a casa. Tuttavia, ciò può aiutare la tua famiglia a identificare e modificare i modelli di comunicazione e comportamento. Questo può migliorare la salute della tua dinamica familiare.

Quando cercare aiuto

A volte, una famiglia ha difficoltà a superare una crisi o un evento stressante. O forse i continui litigi familiari rendono la vita familiare sgradevole. Altri possibili motivi per cercare consulenza includono:

  • Quando un bambino o un adolescente è turbato, ha problemi comportamentali o si comporta male a scuola
  • Quando un membro della famiglia fa un uso eccessivo di una sostanza
  • Quando le parole o le azioni sono fisicamente o emotivamente dolorose
  • Quando una lotta fisica viene utilizzata per risolvere i disaccordi
  • Durante i periodi di transizione familiare (nascita di un bambino, figlio che lascia la casa, separazione, divorzio, ecc.)
  • Quando i problemi si ripetono e non vengono mai adeguatamente risolti
  • Quando un membro della famiglia ha una malattia mentale

Trovare il giusto terapista

Dovresti cercare un buon terapista specializzato nel lavoro con le famiglie. Il tuo medico, la scuola, i tuoi amici, il clero e l'associazione locale per la salute mentale possono aiutarti. Se sei preoccupato per i costi, la tua agenzia locale di servizi per la famiglia e l'associazione per la salute mentale possono aiutarti a ottenere una consulenza che ti puoi permettere. Assicurati che il tuo terapista sia autorizzato dallo stato o accreditato da un'organizzazione professionale.

Il tuo primo incontro

Durante il tuo primo incontro, il terapista:

  • Conosci ogni membro della famiglia
  • Cerca di ottenere una comprensione di base delle dinamiche familiari
  • Individua i problemi principali che ti hanno portato alla terapia
  • Cerca di conoscere le alleanze tra i membri della famiglia
  • Ottieni un controllo sui modelli di comunicazione e comportamento
  • Chiedere valori e convinzioni familiari, nonché "regole" non dette
  • Rivedi il processo, il trattamento, la riservatezza e i costi

Una volta che la tua famiglia conosce il terapeuta, assicurati che tutti si sentano a proprio agio.

Come funziona la terapia

La tua famiglia può aspettarsi di vedere il consulente familiare una o due volte a settimana. La durata della terapia varia. A volte, la sessione includerà tutti i membri della famiglia. Ma il terapeuta potrebbe richiedere di vedere solo uno o pochi membri della famiglia insieme. Il terapeuta utilizzerà molti metodi per saperne di più sulla tua famiglia. Può ascoltare, porre domande, riflettere e interpretare ciò che viene detto durante la sessione. Potrebbe dare consigli e fare raccomandazioni. Potrebbe chiederti di recitare. Oppure può assegnare dei "compiti a casa", come tenere un diario o modificare un comportamento.

Cosa aspettarsi

Con il progredire della terapia, il consulente aiuterà la tua famiglia a scoprire i sentimenti sotto i problemi superficiali. Questo può essere doloroso o preoccupante. A volte può peggiorare la funzione familiare a breve termine. Ma affrontare i problemi familiari difficili si tradurrà in una migliore comunicazione e una migliore funzione familiare.